servizi

NEUROLOGIA - ELETTROMIOGRAFIE

Dr. Roberto Settembre
Responsabile Ambulatorio Neurologia


 


 


L'ambulatorio di neurologia del MEDICAL CENTER effettua visite neurologiche per l'impostazione diagnostica e terapeutica di problematiche quali esiti di ictus, epilessia, morbo di Parkinson, deficit dell'equilibrio, disturbi del sonno, demenze, nevralgie, emicrania e altre patologie.


Il mal di testa viene trattato nell'ambulatorio cefalee.
L’ambulatorio memoria valuta, diagnostica e propone progetti terapeutici per i disturbi della memoria.



L'ambulatorio cefalee del MEDICAL CENTER diagnostica e cura le forme comuni e rare di mal di testa, come l’emicrania, la cefalea a grappolo e altre.
Dopo la diagnosi, mirata a stabilire di quale tipologia di cefalea soffra il paziente e quali ne siano le cause, il neurologo prescrive una terapia farmacologica, la cui efficacia viene testata attraverso la compilazione di un diario compilato dal paziente e monitorato dal medico durante i controlli.


La visita è consigliata se il dolore è insistente e si presenta con una regolarità e un’intensità tale da rendere difficile lo svolgimento delle attività quotidiane, quando cioè il mal di testa incide sulla qualità della vita.  





Elettromiografia, Elettroneurografia


   


Che cos'è?

L'ELETTROMIOGRAFIA È UN INSIEME DI TEST CHE SERVONO A VALUTARE LA FUNZIONALITÀ DEI MUSCOLI (ELETTROMIOGRAFIA-EMG) E DEI NERVI (ELETTRONEUROGRAFIA-ENG) MISURANDONE L'ATTIVITÀ ELETTRICA.

Quando è utile fare un Elettromiografia?
In caso di dolori, riduzione della forza, disordini delle sensibilità la registrazione dell'attività elettrica dei muscoli e dei nervi può dare informazioni utili per la rilevazione e localizzazione di eventuali sofferenze e fornire dati che, correlati alla storia clinica, portino ad escludere o definire la patologia (miopatia, neuropatia, radicolopatia, patologia della trasmissione neuro-muscolare)
È un esame che non presenta carattere di urgenza e talora risulta significativo solo dopo alcune settimane dall'insorgenza del sintomo.

Cosa è necessario fare prima di eseguire un Elettromiografia?



  • Fare un bagno prima dell'esame per essere sicuri di rimuovere dalla pelle creme o lozioni.

  • Assumere i farmaci che di solito prendete. Ricordate di avvisare il medico esaminatore se si assumono anticoagulanti   (Coumadin,Sintrom) o Mestinon

  • Portare con sé referti di visite specialistiche o esami relativi al problema per cui si esegue l'esame NON E' NECESSARIO DIGIUNO

  • Segnalare al medico se si è portatori di pace-maker o stimolatori elettrici

  • Segnalare al medico se si è portatori di patologie infettive.

    Come si svolge l'esame?

    Lo svolgimento dell'esame non è standard e dipende dal quesito diagnostico.

    Il test si articola, in genere, in due parti:

    1) Studio della conduzione del nervo: il tecnico applica elettrodi di superficie sulla cute, fissati con cerotti ipoallergenici. In seguito vengono erogati stimoli elettrici che provocano un lieve movimento del muscolo interessato.
    2) Esame con elettrodo ad ago: viene inserito nel muscolo da esaminare un elettrodo ad ago sterile monouso, per registrare l'attività elettrica a riposo e durante la contrazione muscolare.

    L'esame dura variabilmente a seconda del quesito diagnostico.
    N.B:
    RICORDATE SEMPRE, PRIMA DI INIZIARE L'ESAME, DI SEGNALARE AL MEDICO O AL TECNICO SE ASSUMETE TERAPIA ANTICOAGULANTE O MESTINONO O SE SIETE PORTATORE DI PACE-MAKER O STIMOLATORI ELETTRICI

    È importante collaborare e non muoversi continuamente durante il test.
    È necessario spegnere il telefono cellulare.










Cosa succede al termine dell'esame?


Potreste avvertire,in alcuni casi, un leggero indolenzimento dei muscoli esaminati nelle ore successive all'esame con Ago-elettrodo: il fastidio è comunque comunque transitorio.
Potete comunque ritornare a casa senza nessun problema. Non è necessario venire accompagnati e si può guidare l'automobile


Il referto scritto è disponibile al termine dell'esame.





Potenziali Evocati
Che cosa sono?

Permettono la registrazione di riposte a seguito di stimoli ben definiti a seconda dei tipo di potenziale evocato eseguito (visivo per i potenziali evocati visivi, acustico per i potenziali evocati acustici,elettrico per i potenziali evocati somatosensoriali).










A seguito di uno stimolo specifico dei sensori (elettrodi di superficie) verranno applicati sul cuoio capelluto o in altre zone del corpo e rileveranno dei segnali indice della funzionalità del sistema studiato (visivo, acustico, sensitivo).


Quando è utile eseguire i Potenziali evocati?


Servono a stabilire l'integrità o meno delle vie ottiche, acustiche, sensitive dei Sistema Nervoso Centrale e trovano varie applicazione in ambito diagnostico.


Cosa è necessario fare prima di eseguire un Potenziale?



  • Fare un bagno prima dell'esame per essere sicuri di rimuovere dalla pelle creme o lozioni.

  • Per i potenziali evocati visivi si rende necessario portare con sé le lenti correttive in uso

  • Per i potenziali evocati acustici è preferibile una accurata pulizia delle orecchie o preferibilmente una visita otorino che escluda la presenza di un tappo di cerume.

  • I potenziali evocati somatosensoriali sono controindicati nei portatori di pace-maker e di stimolatori elettrici.

  • Portare con sé referti di visite specialistiche o esami relativi al problema per cui si esegue l'esame.

  • NON E' NECESSARIO IL DIGIUNO.

  • Possono essere eseguiti durante il periodo mestruale ed in gravidanza


Come si eseguono?


E' necessario che il paziente sia sufficientemente rilassato: il tempo di esecuzione si riduce notevolmente in un paziente rilassato.
II tecnico applica elettrodi di superficie sulla cute dei cuoio capelluto e di altre parti del corpo, fissati con cerotti ipoallergenici.


In seguito vengono erogati degli stimoli:Visivi invitando il paziente a guardare attentamente un televisore;



  • Visivi invitando il paziente a guardare attentamente un televisore;

  • Acustici ponendo una cuffia sul capo dei paziente;

  • Elettrici nel caso dei potenziali evocati sensitivi.












Torna indietro