servizi

CARDIOLOGIA

Dott. Angelo Marco Balzano
Direttore Sanitario
Responsabile Ambulatorio Cardiologia



DIAGNOSTICA CARDIOVASCOLARE


ESAMI DI I LIVELLO
Presso il poliambulatorio MEDICAL CENTER si effettuano visite cardiologiche con diagnostica ecografica.
La VISITA CARDIOLOGICA è indispensabile ed insostituibile. Nonostante i progressi tecnologici la visita è preceduta dall’attenta raccolta dei sintomi e dell’anamnesi e quindi dell’eventuale valutazione di esami precedenti; è il primo approccio al paziente; è questa che consentirà la corretta interpretazione dell’ECG e l’eventuale ulteriore prescrizione di altre indagini. Nessuna tecnologia, per quanto sofisticata può sostituire l’approccio clinico.
E’ pertanto chiaro perché può essere inadatta la sola prescrizione dell’ECG per valutare l’idoneità allo sport o semplicemente per conoscere le condizioni del proprio cuore.


L’ECG
il più delle volte si modifica quando il cuore ha già subito danni, talora irreversibili o talvolta per contro, può evidenziare delle anomalie che se non inserite nel giusto contesto clinico possono generare tanti falsi quanto dannosi ed ingiustificati allarmismi.
In conclusione è vivamente consigliabile accompagnare la richiesta di ECG sempre alla VISITA CARDIOLOGICA.


 


Detti esami sono disponibili anche a domicilio tramite il nostro servizio di TELECARDIOLOGIA



ECOCARDIOGRAMMA - ECOCOLORDOPPLER
Tale tecnologia ci permette di “ vedere “ il cuore e di studiarne le camere cardiache, gli apparati valvolari e i flussi intracavitari.
E’ necessario sottolineare che i flussi intracavitari e trans-valvolari possono essere studiati solo con l’ECOCOLORDOPPLER.
I “ soffi “ che rappresentano la causa più frequente di prescrizione di ECG, essendo generati da turbolenze del flusso sanguigno, non possono essere studiati senza l’ausilio dell’ECOCOLORDOPPLER


Un ECOCARDIOGRAMMA senza ECOCOLORDOPPLER potrebbe mettere in evidenza un’anomalia valvolare senza riuscire a quantificarla o, ad esempio, evidenziare delle camere cardiache dilatate senza evidenziarne la causa (insufficienze valvolari, difetti inter-atriali e/o inter-ventricolari etc.).
Per contro, l’ECOCARDIOGRAMMA, senza ECOCOLORDOPPLER può evidenziare delle camere cardiache normali che possono rimanere apparentemente tali per tanto tempo prima che i difetti già descritti possano determinare alterazioni visibili.
Quindi l’ECOCARDIOGRAMMA ECOCOLORDOPPLER, in mani esperte è un esame prezioso la cui prescrizione deve essere effettuata solo quando vi è indicazione e dallo specialista. Per quanto suddetto (a proposito della visita e dell’ECG) l’autoprescrizione è ovviamente sconsigliabile.



ECG DINAMICO DELLE 24 ORE SECONDO HOLTER
Consiste nell’applicazione di elettrodi autoadesivi sul torace del paziente, collegati ad un piccolo registratore che lo stesso porterà a tracolla o alla cintura, durante le abituali attività, per 24 ore.
Tale registrazione è poi “letta” grazie ad un moderno computer ed interpretato sempre dal cardiologo aritmologo e non in lettura automatica, come succede spesso altrove, che consente risparmio di tempo ma, quando non genera errori, non dà alcun ausilio utile al cardiologo clinico.
Le indicazioni di quest’esame sono essenzialmente rappresentate dallo studio di tutti i tipi di aritmie e dalla dimostrazione elletrocardiografica di ischemie silenti e/o manifeste.


 


HOLTER PRESSORIO DELLE 24 ORE
L’holter pressorio è uno strumento che consente di misurare la pressione sanguigna durante un intera giornata, mettendo a confronto i vari valori.
Con l’applicazione dell’holter al paziente, vengono misurati i valori della pressione arteriosa (P.A.) e della
frequenza cardiaca (F.C.) durante le 24 ore, sia mentre svolge le sue normali attività quotidiane e di lavoro, che durante la notte.
Le rilevazioni vengono effettuate ogni 15 minuti durante il giorno e ogni 20 minuti durante il sonno, e i dati raccolti vengono poi misurati da un programma statistico che fornisce i valori medi di P.A. e di F.C. di una giornata intera, o solo quelli delle ore diurne notturne e persino i valori medi di ogni ora. Il paziente dovrà svolgere la sua giornata normalmente, e segnare su una sorta di diario di bordo alcuni dati o malesseri particolari.
Questo test si effettua con l’ausilio dell’holter, uno strumento portatile, leggero (circa mezzo chilo) costituito da una cassetta magnetica che il paziente indossa con un borsello o una cintura a contatto con il corpo.
L’holter funziona a pile, non dà fastidio e non interferisce con altri apparecchi elettromagnetici. Il test per il
monitoraggio dinamico della pressione arteriosa è rivolto a pazienti con problemi di pressione, in particolare:
• Persone con ipertensione resistente ai farmaci
• Persone con ipertensione instabile
• Persone fortemente emotive affette dalla “sindrome del camice bianco” (che si verifica quando la pressione sale solo    durante la visita dal medico)
• Persone affette da ipotensione (pressione bassa), soprattutto notturna
• Pressione alta in gravidanza.


 


CHE COS’È LA PROVA DA SFORZO?


La prova da sforzo è anche chiamata elettrocardiogramma (ECG) sotto sforzo. Si tratta di un elettrocardiogramma effettuato durante uno sforzo fisico.
Consiste nel registrare l’elettrocardiogramma e la pressione arteriosa mentre il Paziente pedale (con carichi di lavoro crescenti) su una cyclette o cammina su un tapis roulant.
L’uso più comune di questo esame è per valutare l’eventuale sofferenza sotto sforzo del cuore e quindi diagnosticare una malattia delle coronarie (le arterie che irrorano il cuore). Il vaso ristretto per l’aterosclerosi impedisce che il flusso di sangue aumenti. Perciò, quando il cuore ha bisogno di più sangue (come accade durante lo sforzo) si verifica quella che in termini medici si chiama “ischemia”. Si tratta di una sofferenza di una o più zone del cuore che si manifesta con dolore al petto ed alterazioni dell’elettrocardiogramma.


Cos’è l’ecocolorDopplerdei tronchi sovraortici (TSA)?



A cosa serve?


L’ecocolorDoppler dei tronchi sovraortici (TSA) è un tipo di ecografia vascolare che permette lo studio morfologico e funzionale dei vasi del collo (arterie e vene). Con questo esame è possibile, pertanto, valutare sia il diametro e lo spessore di parete di un determinato vaso (studio morfologico), sia la velocità e la direzione del flusso ematico all’interno di esso (studio funzionale).


Come viene eseguito?


L’ecocolorDoppler TSA viene eseguito con una sonda ecografica lineare, cioè una sonda diversa rispetto a quella adoperata per un ecocardiogramma transtoracico, che consente di visualizzare meglio strutture più superficiali come i vasi del collo. Il paziente viene fatto stendere in posizione supina su un lettino ecocardiografico con schienale abbassato e viene invitato ad iperestendere il capo, ruotandolo leggermente dal lato opposto a quello da cui inizia l’esame. L’operatore si può disporre alle spalle del paziente o, meno frequentemente, sul lato sinistro o destro dello stesso. La sonda viene orientata in modo da seguire il decorso anatomico delle arterie e delle vene, sia in asse lungo che in asse corto. E’ possibile studiare dal lato sinistro e dal lato destro le arterie carotide comune, interna ed esterna, l’arteria vertebrale, l’arteria succlavia e le vene giugulare e succlavia. La malattia aterosclerotica è la patologia più frequentemente studiata nel distretto dei tronchi sovraortici. La placca carotidea è la lesione aterosclerotica più frequente. Può essere valutata dal punto di vista dell’aspetto morfologico (placche soft ricche di lipidi, placche hard ricche di calcio), dell’estensione in lunghezza, dell’eccentricità, delle caratteristiche della superficie e delle eventuali complicanze associate (ulcerazione, emorragia intraplacca e trombosi), ma può anche essere quantificata. La malattia aterosclerotica può, infatti, determinare piccoli ispessimenti di parete o veri e propri restringimenti del lume di un vaso (stenosi), che possono essere espressi come percentuale di riduzione del diametro o dell’area del vaso. Un stenosi è significativa se determina riduzione del calibro del vaso superiore al 70%. Una volta completata la valutazione morfologica (anatomica) si procede alla valutazione del flusso ematico (funzionale) con il colorDoppler e il Doppler pulsato (PW Doppler). Il colorDoppler permette di ricostruire le mappe dei flussi ematici e la loro direzione, guidando la corretta acquisizione delle velocità mediante PW Doppler. L’associazione tra i dati anatomici e quelli flussimetrici permette la stima esatta dell’entità della stenosi ed indirizza verso una corretta terapia medica o chirurgica. L’ecocolorDoppler TSA è, inoltre, necessario per seguire nel tempo l’andamento di un stenosi e di valutare l’esito di un intervento chirurgico o percutaneo di risoluzione della stessa.


Può avere effetti collaterali? C’è bisogno di consenso informato?


L’ecocolorDoppler TSA è un esame sicuro perché utilizza ultrasuoni e non radiazioni ionizzanti. Pertanto non è necessario alcun consenso informato e l’esame può essere eseguito su qualunque paziente (anche in donne gravide), per tutte le volte che sia necessario.






Torna indietro